Presto o tardi.

Presto o tardi faremo i conti
io e te,
ci metteremo da parte e discuteremo
fino a darcene tante
e col respiro affannato e fradicio di sudore
negli occhi mi guarderai:
forse non c’è un modo
per tornare ad avere fiducia
l’uno nell’altro.

Ci saranno nebbie fitte,
al termine di piogge abbondanti,
ci saranno gli errori banali
che facciamo alla guida tutti quanti
e che tanto sconvolgono quelli
che di solito non ne fanno.

E poi ancora ci sarà la pioggia,
quella spessa dell’autunno
e tutte le parole saranno cadute nel vuoto
senza essere state d’aiuto;
a modo loro, forse,
quando sarà meno evidente,
dimostreranno di non essere
cadute invano.

Informazioni su Francesco Rigoni

Web Content Editor, Social Media Manager, Musicista, Insegnante di inglese, Autore. Vive a Torino.
Questa voce è stata pubblicata in Blog, testi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...