Per un thé

A riprova dei miei buoni sentimenti,

Ecco i miei regali: 
L’ascolto e l’attenzione.
Forse ha poco senso,
Quello che mi viene da pensare 
È che un paio di orecchie in più
Invece di un vantaggio
Dopo averle tanto desiderate,
Si rivelano, infine, nei fatti
Motivo di maggiore confusione.
Non aiuta una persona a cui parlare perché
Non sai bene cosa dire neanche a te
Questo è il mio limite,
Questa la distanza:
Un metro di silenzio
Oltre il quale non entra niente, 
non si sente un tubo e non c’è
Nemmeno l’acqua per un the.

Informazioni su Francesco Rigoni

Web Content Editor, Social Media Manager, Musicista, Insegnante di inglese, Autore. Vive a Torino.
Questa voce è stata pubblicata in Blog, work in progress. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...