Le pareti (versione x)

Stupida,

Chi altro credi che ti aiuterà 
ad arrampicarti sul tetto di casa
Quando l’acqua ingrosserà le pareti
Fino a farle marcire
E non resterà altro che pregare
Che questa pioggia smetta?
Chi altro credi che avrà la pazienza
Di non parlare ma di rimettersi in marcia
Per cercare nuove radici
Nuove ragioni per essere felici
Ti farà svegliare quando ti sembrerà inutile
Sprecare un altro giorno sulla terraferma
Quando si è perso tutto
E non si riesce ad avere nulla indietro?

Sciocca,
Sono stato al tuo capezzale,
Ho ascoltato i ritmi dei tuoi respiri
Per sincronizzare i battiti del cuore
Ho aspettato che riaprissi gli occhi,
Pregando senza parole,
Senza aspettarmi niente in cambio
Disposto a tutto per il tuo bene.

E rimettere radici
Per tornare a essere felici
Ricostruire le pareti
Per conservare i segreti
E muoversi instancabilmente
Per uscire da questo niente.

Ricostruire le pareti
Per proteggerci nei giorni
In cui la pioggia
Eventualmente
Ritornerà.

Informazioni su Francesco Rigoni

Web Content Editor, Social Media Manager, Musicista, Insegnante di inglese, Autore. Vive a Torino.
Questa voce è stata pubblicata in Blog, work in progress. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...