Polo

Si esplorano mondi
ci si guarda attorno
si fa ammissione di inferiorità

si cerca a fondo in fondo
di nuotare e stando a galla
si cerca di sfuggire alla mediocrità

non c’è peggiore arroganza della mia
non c’è peggiore errore di quello che ho commesso
adesso mi siedo, resto a fissare il muro
in punizione, come si deve
fin quando non imparo la lezione.

Si baciano le madri
e si salutano i fratelli
e in guerra, così, si va

in altri mondi e in altri paesi
a nostra insaputa
tutto funziona come cinquanta o cento anni fa

si prendono rischi
si fanno piani per il futuro
si vive la vita a un’altra velocità

e quello che pensi
spesso soffre del vizio
piuttosto comune di parzialità

non è colpa tua non puoi saper tutto
certo che, però, aspetta un minuto
prima di dire le tue ovvietà

non c’è persona peggiore di me
nascosto dentro un fungo
speriamo che nessuno mi veda
speriamo che nessuno si accorga
che so cose che uno solitamente non sa

non l’ho fatto apposta, è successo e basta
mi hanno portato a forza al di là
di tutte le mie convinzioni infantili
e adesso mi pento, chiedo scusa e mi piego
il prezzo per violazioni del genere
raggiunge una somma d’inumanità.

Informazioni su Francesco Rigoni

Web Content Editor, Social Media Manager, Musicista, Insegnante di inglese, Autore. Vive a Torino.
Questa voce è stata pubblicata in Blog, esercizi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...