Pandora

Pandora
ho ancora in bocca il sapore di amaro
del bacio fatale che ci siamo scambiati
in un momento di noia
Pandora
mi hai aperto riluttante il tuo cuore
per richiuderlo in fretta, indignata,
di fronte alla mia reazione immatura

vorrei andare a casa che la festa è finita
ma basta un tuo tocco leggero con le dita
e vedo le cose che riprendono vita
Pandora

spaventosa creatura di grazia e magia.

Pandora
ho fatto davvero una brutta figura
ammutolito dalle paure e i tormenti
che la tua anima cova.

e io che solo un sorriso vorrei
e che regalarmelo tu non potrai
non dormi abbastanza per riderci su
ancora

spaventosa creatura non andartene via.

Pandora, non andartene
Pandora, non andartene

ti aspetterò sulla faccia nascosta
della luna

Informazioni su Francesco Rigoni

Web Content Editor, Social Media Manager, Musicista, Insegnante di inglese, Autore. Vive a Torino.
Questa voce è stata pubblicata in Blog, canzoni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...